Guida all’elaborato

L’elaborato multimediale dovrà inspirarsi ai principie generali dell’Universal Design for Learning e contenere testo, immagini, video e audio, rispettando il diritto d’autore e la riservatezza.

Qualora sia utile e possibile, deve poter essere fruito anche con tablet e smartphone.

Ci aiuteranno l’uso dei link e la possibilità di incorporare nei nostri prodotti originali l’anteprima dei materiali fruibili dalla rete in streaming.

Ci lavoreremo in aula al termine del percorso destinato a fornire numerosi spunti, ma sarà utile cominciare ad abbozzarlo con anticipo.

All’atto del rilascio, dovremo decidere se utilizzare il copyright (implicito) o una licenza Creative Commons, che andrà esplicitata.

L’elaborato va accompagnato da un inquadramento, secondo questa scaletta di massima:

  • Esigenze
  • Obiettivi
  • Interventi
  • Metodo
  • Risultati attesi
  • Risultati effettivi
  • Considerazioni su punti di forza, criticità, sostenibilità e ripetibilità dell’esperienza fatta
  • Conclusioni: che cosa abbiamo imparato dal punto di vista professionale.

Il tutto in forma sintetica e lineare e in prima personaorgogliosa assunzione di responsabilità.

Qui sono disponibili i Template della struttura per Office e Libre/Open Office.

Qui, invece, uno schema di slide di presentazione

Infine, qui un esempio di esposizione e commento.

__________________________________________________________________________________________

Spunti interessanti anche in:

Hackability. Condividere e documentare progetti ad impatto sociale.

Griglia di valutazione del software didattico