Autorialità diretta

Per autorialità diretta intendiamo l’esercizio da parte degli insegnanti della mediazione didattica con la progettazione e la realizzazione in prima persona individuale e collettiva – di materiali; questo approccio richiede la piena consapevolezza di alcuni aspetti fondativi:

  • la plasticità e la malleabilità dei dati e delle informazioni su base digitale permettono (ovviamente nel rispetto del diritto d’autore) di manipolarli con semplicità ed efficacia; in particolare, sottolineiamo la possibilità di procedere per perfezionamenti successivi e successivamente a eventuali riadattamenti;
  • la convergenza su supporto digitale di informazioni di tipo diverso (testi, audio, immagini, filmati, animazioni e così via) e la loro gestione mediante l’interoperabilità con dispositivi diversi per vocazione ergonomica e sistema operativo facilitano la produzione di materiali multimediali e multimodali;
  • la riproducibilità a costi marginali prossimi a zero consente – oltre ovviamente alla distribuzione – di concepire ed elaborare più versioni dei medesimi materiali;
  • l’illimitata estendibilità ipermediale di quanto realizzato ne consente l’integrazione, in particolare mediante l’accesso a dati e informazioni residenti in rete;
  • l’archiviabilità classificantoria e la richiamibilità intenzionale consentono un impiego programmabile e programmato e la gerarchizzazione esplicita dei materiali;
  • molti ambienti digitali mettono a disposizione degli utenti ampi repertori (dai modelli di documento o di slide ai layout per i blog ai moduli per la narrazione) a cui attingere per strutturare, articolare, comporre e stimolare il proprio lavoro; in parecchi casi è possibile incrementare le collezioni date mediante la produzione di propri template;
  • molti ambienti digitali si caratterizzano per la taskificazione (scomposizione, evidenziazione, proceduralizzazione) dell’operatività necessaria per produrre prodotti complessi, facilitandone l’empowerment; caso tipico il word processing;
  • contenuti aperti e free software mettono a disposizione una gamma di funzionalità molto ampia sul piano operativo e qualificata sul piano etico e professionale, anche in termini prefigurativi, con particolare riferimento alla condivisione autenticamente cooperativa e al rifiuto esplicito della logica estrattiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...